Matematicamente

giovedì 10 gennaio 2013

Sicurezza Informatica Grazie Alla Matematica

Pensavate che Marco Cameriero si sarebbe accontentato di contribuire al Carnevale della Matematica #57 con la BETA di un nuovo sito dedicato alla Geometria..senza curve? E, invece, no!

Da oltre la metà dei suoi anni, che sono- badate bene- 17 primavere, il nostro baldo studente liceale si occupa di Programmazione, l'altra sua passione insieme alla Matematica!
Non poteva, quindi, resistere alla sana tentazione di coniugare le due interessanti "signore".

Ecco, infatti, in arrivo un articolo, in cui il "nostro" ci informa che si può avere "Sicurezza informatica grazie alla Matematica".

Avevate sospettato qualcosa del genere, vero? Però, non sono sicura che abbiate sentito parlare di "Algoritmi di hash… e non solo impronte digitali", se non vi occupate di Informatica.

Ebbene Marco ha cominciato a giocarci verso i 14 anni fino a creare un software che ha emblematicamente chiamato Hasher, un'applicazione specifica per il controllo dell'integrità dei file. Ma il suo articolo fa di più, affronta l'importante tema della sicurezza informatica portando utili informazioni ed esempi concreti sull'utilizzo delle funzioni hash e sullo stretto rapporto tra informatica e matematica.
Di cosa si tratta? Ve lo spiega l'autore:
"E adesso sicuramente vi aspettate di leggere qualcosa riguardo a crittografia, cifratura, RSA, IDS, NIDS, DDoS, HTTPS, SSL, TLS, SSH … ISO-OSI … e chi ne ha più ne metta di acronimi che vengono immediatamente in mente quando normalmente di parla di informatica e sicurezza dei dati. Alla domanda: “Chi o cosa permette la sicurezza dei dati e della loro trasmissione? ”, genericamente si risponde: La Matematica, e magari ci si aggiunge un qualche riferimento alla sfilza di acronimi esistenti. Troppo spesso però si omette di parlare degli algoritmi di Hash. Probabilmente perché sono in pochi a conoscerli, eppure loro sono sempre li, presenti ed inossidabili ogni qual volta si ha a che fare con la sicurezza informatica. Sminuzzare, pasticciare”: così Wikipedia traduce il termine “hash”, una polpettina fatta di avanzi di carne e verdure. Quindi “hash”, nell’inglese comune, sta ad indicare una cosa fatta male, confusionaria. Vedremo che non è proprio così. Ma qual è il legame fra questo concetto e l’informatica? L’informatica, o meglio ancora la matematica, non lascia spazio ad imprecisioni o sbavature: un singolo bit che cambia, un misero 1 al posto di un apparentemente insignificante 0 potrebbe causare conseguenze catastrofiche."
Il resto andate a leggerlo nel widget seguente, realizzato dallo stesso Marco.

23 commenti:

  1. Non c'è niente da fare, Marco è bravissimo! Mi fa quasi paura. Quando è passato il Carnevale vorrei condividere anch'io il suo lavoro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Comprendo, che cosa vuoi dire, Pa, ma sarà che io conosco Marco molto bene e vedo il suo lato di giovanissimo ragazzo "come tanti", la sua intelligenza fuori del comune non mi spaventa affatto...anzi mi fa ben sperare in un mondo migliore:).

      La sua virtù più grande, oltre alla citata intelligenza, è la nobiltà d'animo. Ed è questa a farne un'intelligenza rara:)

      Siamo fortunati ad averlo incontrato in così giovane età, perché un giorno potremo dire:"Noi lo conoscevamo già!"

      Elimina
    2. Grazie! E' la Matematica (e la programmazione) che fanno uscire il meglio. Per la futura condivisione a tuo buon cuore.
      Un salutone

      Elimina
    3. Son proprio felice di non spaventarti :)
      Una cosa è certa, tra noi c'è feeling e il fortunato sono stato io ad incontrarti. Hai ragione da vendere quando dici che io sono e soprattutto mi sento un ragazzo "come tanti". Ho le mie passioni e le manifesto poi, se riesco a farlo in modo "decente" il merito non è certo solo il mio ma di quanti mi hanno aiutato ad apprendere e a crescere; io mi limito ad ascoltare e a guardare. Tra queste persone tu hai sicuramente un posto d'onore.

      Cambiando discorso:
      ma lo sai che hai fatto proprio una bellissima presentazione di questo articolo? Che dici? Il "titolare" se la meritava? :)
      Ho finito i grazie quindi accontentati di un caloroso abbraccio virtuale.
      Marco

      Elimina
  2. Cara prof le volevo chiedere se le è arrivato il progetto del carnevale della matematica

    Un abbraccio,grazie della pazienza

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tranquillo, Jacopo! E' arrivato tutto:)

      Un abbraccione anche a te!

      Elimina
  3. Sei stato bravissimo Marco!!!!!!hai fatto un lavoro eccezionale!!!!
    BRAVO!!!:):)

    P.S.grazie di aver commentato il nostro post sul carnevale della matematica in modo positivo e sono contenta che ti sia piaciuto!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Sara, ti ringrazio per i complimenti.
      Riguardo al mio commento sul vostro post non devi ringraziarmi, se l'ho scritto è perché davvero il vostro lavoro lo meritava, quindi BRAVA anche a te ed agli altri ragazzi.
      Un saluto
      Marco

      Elimina
  4. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  5. Marco non c'è che dire è straordinario!Anche se in certi punti non ci ho capito moltissimo,il tuo lavoro è fantastico!!Sembra difficile dacredere che un 17enne possa essere cosi...cosi...cosi ingegnoso e volenteroso;ha proprio ragione la prof. a dire che fra qualche anno noi potremo dire "ma lo avete conosciuto solo adesso?!?" Continua cosi,mi raccomando non dempordere

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Luca, mi fa molto piacere che tu, con la semplicità che ti contraddistingue, hai esplicitato il tuo apprezzamento per l'indiscusso talento di Marco.

      Sei un ragazzo in gambissima anche tu, che viaggia sul 10 in Matematica, la tua materia preferita. La tua ultima verifica non aveva un minimo errore e ti ho anche detto che le tue doti di determinazione ed intelligenza ti aiuteranno a fare strada in futuro.

      Non demordere mai nemmeno tu perché c'è bisogno di intelligenze oneste e determinate.

      Un salutone dalla tua prof.

      Elimina
    2. @ Luca.
      Il tuo commento mi ha commosso (ma non lo dire a nessuno per favore :) ). Ti ringrazio per l'incitamento a non demordere; non lo farò, ma non lo fare neanche tu mi raccomando. Dal commento della prof leggo che sei un ragazzo tosto in Matematica, ne sono contento. Il mio consiglio è quello di non abbandonarla mai perché lei prima o poi premia sempre e grazie a lei tutto diventa più comprensibile ed affascinante. E' una di quelle amiche che si pagherebbe per averle sempre vicine.
      Sempre in gamba mi raccomando.
      Un saluto
      Marco


      Elimina
  6. Sara, brava anche tu per aver letto e commentato:)

    Un salutone dalla tua prof.

    RispondiElimina
  7. Bravissimo Marco!
    Come sai anche se con fatica ma leggo sempre tutto
    Insisto:)
    Contenta di sapere che esisti!
    Come esiste la nostra cara Annarita.
    Affettuoso saluto ad entrambi.
    Ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara dolce Rosy... per te un abbraccio affettuoso.
      Marco

      Elimina
  8. CATIA PATUELLI 2B10 gennaio 2013 19:48

    BRAVO MARCO SEI STATO MOLTO BRAVO SPERO ANCHE IO DI DIVENTARE BRAVA ALMENO LA META' DI QUANTO LO SEI TE. ANCHE SE NON CI HO CAPITO MOLTO E' COMUNQUE INTERESSANTE. COMPLIMENTONI SEI UN RAGAZZO INTELLIGENTISSIMO:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tranquilla Catia, è un argomento abbastanza complesso quindi non preoccuparti se non tutto ti è stato chiaro. E' già più che apprezzabile che tu l'abbia letto. Riguardo al diventare brava almeno la metà di me, non sono d'accordo: tu devi diventare il doppio più brava e sono certo che con una prof come la vostra potrai sicuramente arrivare a livelli molto alti. Segui i consigli che ti vengono dati (genitori e prof), studia, leggi anche al di fuori della scuola e dedica un po' di tempo anche al divertimento. 4 semplici cose ma che se vengono fatte con costanza non possono non portare che ottimi risultati.
      Un saluto
      Marco

      Elimina
  9. Grazie prof e grazie anche a te Marco.:)Comunque i commenti sono tutti meritati;sono d'accordo sull'utilità della mtematica e sono convinto anche che in futuro mi tornera mooooooooooooolto utile!Ancora auguri per il tuo sito!

    RispondiElimina
  10. Chiaramente "mi fa quasi paura" è una battuta e va intesa nel senso che Marco è già molto bravo, preparato e di una spiccata intelligenza. Per la verità quelli che fanno paura sono altri, compresi quelli che fanno dell'ignoranza una virtù, sia chiaro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il tuo pensiero era già chiarissimo Paolo!
      In quanto a paura, quella vera, sono daccordissimo con te: l'ignoranza spacciata per virtù è una delle peggiori.
      Ri-ciao

      Elimina
  11. complimenti, Marco, per l'ottimo lavoro e anche a lei, prof, per come l'ha presentato

    RispondiElimina
  12. Grazie Camilla.
    Complimenti a te che hai letto l'articolo; è un argomento un po' ostico per la tua età, ma ti assicuro interessantissimo. Magari tra qualche anno ne comprenderai più a fondo i particolari.
    Un saluto
    Marco

    RispondiElimina
  13. Giorgia Naima e Martina 3B14 gennaio 2013 09:02

    Davvero un bel progetto, mi è piaciuto molto!!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...