Matematicamente

venerdì 16 novembre 2012

Io E La Matematica: Raccontiamoci!

Scritta da Angelo
Il titolo del post "Io e la Matematica: Raccontiamoci" si riferisce ad una consegna, proposta, all'inizio dell'anno scolastico, ai miei  monelli di 1°B.
E' qualcosa che sono solita fare, quando una nuova classe accede al primo anno delle medie, per rompere il ghiaccio e sondare le "simpatie" dei primini nei confronti della Matematica.

I racconti dei ragazzi sono sempre interessanti ed istruttivi e così è stato anche quest'anno. Sono rimasta piacevolmente sorpresa dalla constatazione che, in generale, ai miei nuovi discoli la Matematica piace. Merito dei loro insegnanti della scuola primaria, con ogni probabilità:).

Leggete alcuni stralci dei loro racconti, lasciati nudi e crudi con i relativi errori (orrori mi verrebbe da scrivere, in alcuni casi) grammaticali.
Nicola P: "La matematica mi piace più del  italiano io nella matematica non ho problemi nelle moltiplicazzioni, sottrazzioni, addizzioni, espressioni, frazzioni".

E ti credo, Nicola, visto come scrivi! Ovviamente mi fa piacere che la Matematica ti piaccia. Lavoriamo molto in Italiano, però;)

Michele P: "La materia che mi piace è la matematica ma non mi piace la geometria. Mi piace anche lavorare al compiuter e fare gli esperimenti mi piace molto. Non mi piace anche studiare."

I primini, in genere, identificano l'Aritmetica con la Matematica...come se la Geometria non lo fosse! Abbiamo chiarito, vero ragazzi? Quel "Non mi piace anche studiare" mi preoccupa un po', in realtà. Cercheremo di riuscire ad invogliarti, in qualche modo, Michele;).

Martina R: "...la matematica mi piace molto, nonostante sia molto difficile, perché sono interessata quando mi vengono spiegate delle cose nuove. In Geometria, sono molto difficili da imparare tutte le formule e bisogna essere precisi. I problemi sono difficili sia in geometria che in matematica. Io ho una gran paura di prendere un brutto voto perché io sono stata molto brava, almeno credo, in matematica e in geometria e voglio continuare ad esserlo."

Stai tranquilla, Martina, perché continuerai ad esserlo;). Rilassati e niente ansia da prestazione matematica, d'accordo?

Marwua W.: "...fino adesso mi sono divertita troppo e vorrei divertirmi e far diventare la matematica un gioco....In prima e seconda e terza media mi impegnerò sempre in tutte le materie, finché diventerò brava."

Ci proveremo, Marwua, a far diventare la matematica divertente! I tuoi propositi sono lodevoli.


Scritto da Angelo
Andrei: "La matematica e una materia abbastanza difficile ma per me la matematica e facile. In 1° e 2° elementare la matematica è stata facile ma poi è diventata più difficile per me...sì, ho preso anche bruti voti ma alla fine ce l'ho fatta. In 4° la matematica era come un gatto nero, ti porta sfortuna. Era difficile prendere dei bei voti...ma alla metà dell'anno scolastico mi sono abituato e ho iniziato a prendere bei voti...
Per me la matematica è una bella materia e se mi impegno tanto prendo anche dei 10."

Caro Andrei, lo so che la Matematica ti piace... i problemi li hai in Italiano! Non sapevo, invece, che la Matematica potesse essere assimilata ad un gatto nero, in determinate circostanze. Mi fa piacere, inoltre, che tu abbia fiducia nelle tue capacità...al punto da non precluderti il 10!

Dagli altri racconti, come da quelli qui presentati, emerge una considerazione della Matematica come materia difficile anche se essa piace, in generale. Probabilmente, i ragazzi hanno assorbito tale pregiudizio dagli adulti. Lavoreremo per abbattere, o contenere, gli effetti di tale pregiudizio. La Geometria risulta meno popolare dell'Aritmetica; soltanto a qualcuno dei 25 primini piace.

Concludo con il racconto integrale di Aleandro perché troppo forte!

"A me piace la matematica, ti serve nella vita. Sono bravo nel calcolo, ma ho qualche problema nei problemi e nelle divisioni, io amo la matematica. E' un'esperienza molto bella. I numeri poi ti servono, se non sai la matematica i cassieri non ti danno il resto giusto (ti fregano i soldi).

Come dice il saggio:<<La matematica è la forza degli studiosi>>.

Io non ho brutte esperienze con la matematica, mi piace da sempre.

La matematica è come la salute, più ne sai, meglio stai.

La matematica ti serve in tutti i lavori, per esempio, il muratore deve contare l'altezza della casa.

La matematica ti serve più delle altre materie."

Caro Aleandro, il tuo racconto denota un sano pragmatismo e una spiccata vena ironica. Quella del saggio mi era sconosciuta;). Conosco il detto "La pazienza è la virtù dei forti", ma non sapevo che "La matematica è la forza degli studiosi"!

Non sapevo, poi, che i cassieri non ti danno il resto giusto "...se non sai la matematica". Ma come fanno a saperlo, poveretti, che uno non sa la matematica? Infine, sei proprio sicuro che la matematica è come la salute?;). E' un dato di fatto, però, che più ne sai (di matematica) e meglio stai!

Cari monelli di 1°B, lo sapete bene di non essere una classe facile! A volte, mi fate diventare matta! Dobbiamo lavorare molto: senza impegno non si raggiungono buoni risultati. Siete, però, svegli e simpatici e, se collaborerete, riusciremo a fare insieme un buon percorso.

A lunedì!

15 commenti:

  1. Mi sembra un'ottima cosa questa di chiedere ai primini di raccontare un po' il loro rapporto con la Matematica. Ho letto con piacere le risposte ed una cosa è sicura: sono tutti simpaticissimi.

    Se non ricordo male, anche dai primini dell'anno scorso la Geometria veniva vista con più timore. Le motivazioni potrebbero essere molte e varie.
    Quello che importa è che i ragazzi si rendano subito conto di avere la fortuna di avere una prof in gamba che saprà sicuramente trovare le "chiavi" giuste per motivare ed incuriosire. Sono certo che i risultati arriveranno e sono certo che alla fine del percorso delle medie nessuno avrà più paura della Matematica.

    Ai ragazzi solo una cosa: la Matematica non è difficile, non fatevi condizionare dal giudizio di chi non la conosce e lasciatevi trasportare dalla prof che vi accompagnerà attraverso un mondo fantastico.

    Un salutone a tutti ed un augurio per l'inizio di questo cammino.
    Marco

    RispondiElimina
  2. Grazie del commento, Marco.
    Sì, la geometria è più ostica, in generale, e ci sono diversi motivi per una tale percezione, tra cui il non renderla sufficientemente calata nella realtà.

    Mi auguro che i ragazzi si impegnino e siano collaborativi perché il resto verrà da sé.

    Grazie dell'augurio.

    Un salutone.
    Annarita

    RispondiElimina
  3. Ciao prof sono Matilde, ho letto quello che ha scritto ed è vero che siamo dei monelli ma cercheremo di migliorare,
    ci vediamo a scuola

    RispondiElimina
  4. Ciao, Matilde! Che piacere leggere il tuo commento.

    Lo so che, se vi mettete di impegno, farete dei progressi notevoli!

    Ci vediamo a scuola:)

    RispondiElimina
  5. ma a noi nn l'ha fatto fare!!! però divertenti i loro minitesti

    RispondiElimina
  6. A voi non l'ho fatto fare, Camilla. Talvolta è capitato.

    I testi sono mini perché ho estratto le parti più significative. Soltanto il testo di Aleandro è integrale.

    RispondiElimina
  7. martina raccagni20 novembre 2012 14:15

    BUON POMERIGGIO PROF! Ho visto l'articolo che ha pubblicato (IO E LA MATEMATICA:RACCONTIAMOCI!) dove c'è anche il mio. Mi ha fatto ridere quello di Aleandro e invece quello che mi ha dato una forza di positività è stato quello di Andrei. Per sentire le idee di qualche altro ragazzo che adesso è più grande di noi,ma il suo parere lo ha dato quando aveva la nostra età,cosa devo scrivere in"cerca nel blog"? Ciao, Martina R.

    RispondiElimina
  8. Cara Martina, mi fa molto piacere anche il tuo commento. Per quel che mi chiedi, ne riparleremo a scuola perché così a distanza non è facile darti le dritte giuste.

    Un salutone dalla tua prof.

    A giovedì!

    RispondiElimina
  9. molto interessante buon pomeriggio prof

    RispondiElimina
  10. ciao sono angelo grazie di aver postato i miei disegni prof a lunedi !!

    RispondiElimina
  11. Ciao, prof sono Aleandro sono sorpreso che abbia pubblicato quello che ho scritto ci vediamo domani

    RispondiElimina
  12. Ciao, Angelo. Bravo ad essere venuto a commentare. I tuoi disegni sono carini, per questo li ho pubblicati.

    A domani!:)

    RispondiElimina
  13. Perché sorpreso, Aleandro? Il tuo racconto è spiritoso...e concreto:).

    A domani!

    RispondiElimina
  14. Buonasera, Nico. Mi fa piacere che tu abbia trovato interessante il post:)

    RispondiElimina
  15. sono Sara, mi piacciono molto i commenti che hanno messo i miei compagni sulla matematica sopratutto quello di aleandro e marwa.Ciao prof a lunedi!!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...