Matematicamente

domenica 1 gennaio 2012

Bronowski Sul Teorema Di Pitagora

"Bronowski Sul Teorema Di Pitagora" (in lingua inglese Bronowski on Pythagoras' Theorem) è un video tratto da una serie televisiva del 1973 trasmessa dalla BBC,The Ascent of Man, ideata e condotta dallo stesso Jacob Bronowski.

Il video è stato più volte segnalato dal nostro amico Aldo Bonet nei suoi interventi. Ma chi era Bronowski? Jacob Bronowski (1908-1974) è stato un matematico britannico polacco ed ebreo. E' stato anche un biologo, uno storico della scienza, un autore di teatro, poeta e inventore. Deve la sua popolarità presso il grande pubblico soprattutto come scrittore della serie documentario della BBC del 1973, "L'ascesa dell'uomo".

Su Wikipedia inglese potete consultare una sua biografia dettagliata. Esiste anche The Jacob Bronowski Archive, con approfondimenti sulla sua produzione, inclusa la serie The Ascent of Man. A questa pagina troverete numerosi video tratti dalla citata serie televisiva.

Come ci ricorda il nostro impareggiabile Aldo nel commento al post, Bronowski è stato un uomo poliedrico, considerato il “Piero Angela” degli anni 70, un ottimo e intelligentissimo divulgatore scientifico televisivo.

L’archivio nonché le sue opere sono state informatizzate dalla figlia Lisa Anne Jardine Bronowski, che è una nota e autorevole storica britannica del periodo moderno, professoressa storica del Rinascimento nonché direttrice della Queen Mary University di Londra ed, inoltre, presidente della Human Fertilisation and Embryology Authority (HFEA). E' stata membro del Consiglio della Reale istituzione.
Bronowski ci ha fatto conoscere e riscoprire Kitty Ferguson ed il suo libro: La Musica di Pitagora, edito da Longanesi.

Qui il sito ufficiale di Kitty Ferguson, una brava musicista che ha suonato con Stravinskij e Bernstein, una matematica, interessata alla fisica e all'astronomia, ed inoltre eccellente divulgatrice.

Di seguito un brano dell'autrice, tratto dal citato libro:"Deplorate pure la storia perduta della vita e della persona di Pitagora, se volete, ma unitevi a me nel tentativo di capire perché e come essa abbia generato e alimentato una così complessa tradizione e ricchezza di interpretazioni, e nel celebrare quello che non è un mito, una menzogna e nemmeno una leggenda... bensì un bell’esempio di presa di coscienza della verità dell’universo."

Ma tornando a Bronowski e alla figlia Lise Anne Jardine, vale la pena ricordare l'importante ruolo avuto dalla madre Rita Coblentz, scultrice, nell'ascesa, come celebrità televisiva, del marito Jacob. Su Guardian.co.uk del 22 settembre 2010, è stato pubblicato un interessante articolo di Lisa Anne dal titolo "Rita Bronowski obituary".

Ancora su segnalazione di Aldo Bonet, riporto alcune affermazioni di Kitty Ferguson tratte dal suo ormai famoso libro “La Musica di Pitagora”, pagine 91,92, riguardo al video postato: “Per millenni chiunque abbia saputo qualcosa su questo teorema ha pensato che esso fosse stato scoperto da Pitagora. Per molti che hanno imparato la formula a scuola e hanno sempre pensato ad essa solo in termini di elevazione al quadrato di numeri anziché pensare che si riferisse a veri quadrati, fu una rivelazione quasi agghiacciante quando videro Bronowski, nella sua serie televisiva The Ascent of Man, applicare un quadrato a ogni lato del triangolo e mostrare quale fosse il vero significato dell’equazione. Lo spazio racchiuso nel quadrato “costruito sull’ipotenusa” è esattamente uguale alla quantità di spazio racchiuso nei quadrati costruiti sugli altri due lati presi assieme. L’intero problema assunse improvvisamente un aspetto decisamente pitagorico. E’ chiaro che il cosiddetto ”teorema di Pitagora” è una cosa che potrebbe effettivamente essere stata scoperta, ed è vero in un modo che non richiede la preparazione di un matematico o neppure una mente matematica per essere riconosciuto. In effetti l’uso di numeri è solo uno dei vari modi per scoprirlo e per dimostrare la verità.”…e a pag 93:” Nessuno sa come e quando il “teorema di Pitagora” sia stato scoperto per la prima volta, ma ciò avvenne certamente molto tempo prima di Pitagora”.


Per concludere questa panoramica sulla figura di Bronowski, segnalo che The Bronowski Institute of Behavioural Neuroscience è stato denominato in tal modo in onore del professor Jacob Bronowski, che è stato uno dei fondatori del Salk Institute di La Jolla, in California. I fondatori del Bronowski Institute vogliono rendere nota e valorizzare la dedizione del professor Bronowski al ritratto storico della scienza con l'obiettivo di servire l'umanità. Concetto ottimamente illustrato nelle sue opere storiche tra cui "The Ascent of Man" e "Science and Human Values".

Ecco il video, in cui Brownoski spiega il significato del teorema di Pitagora.





Dalla illustrazione del teorema di Pitagora secondo Bronowski, ho realizzato un applet di GeoGebra, in cui potete ricostruire le configurazioni viste nel video, seguendo le indicazioni contenute nel foglio dinamico di GeoGebra.

Quella che vedete di seguito è una immagine appartenente al citato applet di Geogebra.




Cliccare qui per avviare l'applet di GeoGebra.



8 commenti:

  1. Che splendido inizio 2012 Annarita! Grazie per questo post, grazie davvero per questa gradita sorpresa di inizio anno! Non poteva cominciare meglio cara Annarita.

    Bronowski come hai segnalato giustamente tu è stato un matematico britannico polacco di origine ebrea, storico, poeta, inventore, biologo, un uomo poliedrico, era considerato il “Piero Angela” degli anni 70, un ottimo e intelligentissimo divulgatore scientifico televisivo.
    L’archivio nonché le sue opere sono state informatizzate dalla figlia Anna Lisa Jardine, Bronowski, che è una nota e autorevole britannica, storica del periodo moderno .E’ professoressa storica del Rinascimento nonché direttore della Queen Mary University di Londra ed inoltre presidente della Human Fertilisation and Embryology Authority (HFEA) E 'stata membro del Consiglio della Reale istituzione. Credo che oggi Jacob Bronowski e sua figlia siano orgogliosi di una divulgatrice come te Annarita, attenta a questo personaggio poco conosciuto che ha dato molto in campo scientifico. Un uomo che ci ha fatto conoscere e riscoprire Kitty Ferguson col suo libro: La Musica di Pitagora, edito da Longanesi.
    Oggi, grazie a te Annarita, stiamo riscoprendo ancor più un nuovo personaggio e un nuovo modo di fare divulgazione scientifica vera. Ben arrivato 2012. Grazie di cuore Annarita. Ottimo il tuo applet di Geogebra.

    Ti voglio e ti vogliamo tutti un gran bene Annarita.

    Un abbraccio di cuore

    Aldo

    RispondiElimina
  2. Caro Aldo, come non parlare di Bronowski? Un uomo dalla personalità poliedrica e affascinante, che tanto ha dato alla storia della matematica e non solo!

    Il tuo commento, mi ha dato modo di arricchire l'articolo con una ulteriore ricerca riguardante tre donne: Lisa Anne Jardin, Kitty Ferguson, e rita Coblentz.

    Un grazie, quindi, al tuo sempre prezioso apporto.

    Un abbraccio grato.
    annarita

    RispondiElimina
  3. Sei lodevole Annarita, non conoscevo quanto Bronowski fosse apprezzato nel mondo accademico, grazie a te ho imparato qualcosa in più.
    Ti segnalo quello che io da tempo avevo in mano su Kitty Ferguson:
    http://areeweb.polito.it/didattica/polymath/htmlS/info/CapitoloPrimo/FergusonSamo/FergusonSamo.htm
    e sulla prof.ssa Anna Lisa Jardine:

    http://www.livesandletters.ac.uk/people/lisajardine.

    Grazie per la tua integrazione sulla recente scomparsa della moglie di Jacob Bronowski, Rita Coblentz, una figura splendida di donna e di cui, non essendo al corrente, conferma che dietro ogni grande uomo c’è sempre per davvero una grande donna e viceversa, ma in questo caso, bisogna aggiungere inoltre che: da una grande madre e moglie come Rita Coblentz non potevano che crescere anche dei grandi figli; Lisa Jardine ne è l’esempio ed una somiglianza con la madre, fisica e umana, davvero splendida.

    Meravigliosa Annarita; Meraviglioso.

    Aldo

    RispondiElimina
  4. Annarita, questo post mi ha preso molto, per ovvie ragioni legate al nostro millenario diagramma di argilla che vi ha raggiunti in classe: i primi dall’inizio del terzo millennio d.C. e dopo migliaia d’anni dalla sua scomparsa sulla scena scolastica e culturale in cui fu, prima dell’ascesa di Pitagora, un incontrastato protagonista.
    Se mi permetti vorrei riprendere, a vantaggio dei tuoi visitatori e dei tuoi studenti, alcune parole di Kitty Ferguson dal suo ormai famoso libro “La Musica di Pitagora”, pag. 91,92, riguardo al video televisivo che tu hai posato: “ Per millenni chiunque abbia saputo qualcosa su questo teorema ha pensato che esso fosse stato scoperto da Pitagora. Per molti che hanno imparato la formula a scuola e hanno sempre pensato ad essa solo in termini di elevazione al quadrato di numeri anziché pensare che si riferisse a veri quadrati, fu una rivelazione quasi agghiacciante quando videro Bronowski, nella sua serie televisiva The Ascent of Man, applicare un quadrato a ogni lato del triangolo e mostrare quale fosse il vero significato dell’equazione. Lo spazio racchiuso nel quadrato “costruito sull’ipotenusa” è esattamente uguale alla quantità di spazio racchiuso nei quadrati costruiti sugli altri due lati presi assieme. L’intero problema assunse improvvisamente un aspetto decisamente pitagorico. E’ chiaro che il cosiddetto ”teorema di Pitagora” è una cosa che potrebbe effettivamente essere stata scoperta, ed è vero in un modo che non richiede la preparazione di un matematico o neppure una mente matematica per essere riconosciuto. In effetti l’uso di numeri è solo uno dei vari modi per scoprirlo e per dimostrare la verità.”……….e a pag 93:” Nessuno sa come e quando il “teorema di Pitagora” sia stato scoperto per la prima volta, ma ciò avvenne certamente molto tempo prima di Pitagora”.
    Spero Annarita, che i tuoi studenti, nel vedere il video che hai posato e che mi lusingò, riempiendomi di grande gioia nel scoprirlo sul web nel 2009, grazie al libro di Kitty Ferguson, possano rammentare una delle otto fasi del nostro millenario diagramma di argilla che servì per scoprire e applicare il già noto “teorema di Pitagora” nell’alta antichità, ovvero, ciò che si compone/scompone con i mattoni nel secondo strato del diagramma e che io coniai come: “La regola generale Babilonese” contenuta dentro questa formidabile macchina algebrica di argilla stratificata con mattoni che andava oltre alla stessa regola o “teorema di Pitagora”, da me ipotizzata per la prima volta nel 1978 e riscoperta indipendentemente cinque anni dopo Jacob Bronowski, la quale fu certamente utilizzata didatticamente dalle millenarie civiltà arcaiche.
    Vedi Annarita, il fatto di aver scoperto il video di Bronowski solo nel 2009, non mi ha fatto sentire né deluso né scavalcato nella mia riscoperta, ma infinitamente felice e grato. Da quel giorno, non ero più solo.

    Un abbraccio Annarita

    Aldo

    RispondiElimina
  5. Caro Aldo, è comprensibile che tu ci tenga a questo articolo. Gli sono affezionata molto anch'io.

    Ho integrato il post con le frasi di Kitty Ferguson che hai citato perché mi sembrano significative e di approfondimento per tutti.

    Comprendo anche come la scoperta del video di Bronowski, nel 2009, ti sia stato di conforto.

    Un abbraccio.
    Annarita

    RispondiElimina
  6. Allegra Emaldi 2b27 febbraio 2012 18:54

    Questo post è davvero interessante,professoressa Annarita! ;)
    Ciao,a domani (:

    RispondiElimina
  7. Allegra Emaldi 2b5 marzo 2012 17:03

    Il video di Bronowski mi ha davvero aiutato per lo studio per la verifica di geometria (:
    A domani!

    RispondiElimina
  8. Mi fa piacere, Allegra:). A domani...con la verifica!;)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...