Matematicamente

domenica 23 maggio 2010

Martin Gardner - Il Grande "Mathematical Gamester" Si E' Spento



Cari ragazzi e cari lettori,


Martin Gardner non è più con noi.

Ho appena appreso la notizia da Scientific American, che ne traccia un suggestivo ritratto nell'articolo "Martin Gardner, the Mathematical Gamester".

Ragazzi, ricordate? Vi ho fatto vedere alcuni dei suoi libri: Viaggio nel tempo, AH! Ci sono!, Esperienza A-AH!, Show di magia matematica...e altri.




Se n'è andato ieri, 22 maggio, giorno in cui festeggiavo il mio compleanno!!! Era nato a Tulsa, Oklahoma, il 21 ottobre 1914.

 



Citando wikipedia: "E' stato un matematico, illusionista, filosofo scettico e divulgatore statunitense, autore per molti anni della rubrica "Mathematical Games" sulla rivista Scientific American (la cui versione italiana era "Giochi matematici", pubblicata su Le Scienze)."



È autore di oltre 65 libri e di innumerevoli articoli nel campo della matematica, scienza, filosofia, letteratura.



Continuate a leggere il suo profilo su Wikipedia IT e Wikipedia EN.
 




Di seguito, alcuni articoli reperiti sul  bollettino, diramato da Associated Press, che, nel momento in cui scrivo, hanno diffuso la notizia:




Martin Gardner, 1914 – 2010

Discover Magazine (blog) - 7 hours ago

Martin Gardner, 95, math and science writer, dies

The Associated Press - 2 hours ago




Un altro suggestivo articolo su Scientific American, risalente a ieri,  "Three puzzles from Martin Gardner (1914-2010)".
 



Da Grey Matters, riporto il bellissimo video "The Nature  of Things" con David Suzuki, in cui il grande matemagico spiega, come solo lui sa fare, la natura delle cose.

Ciao, indimenticabile Martin!

 






The Nature of Things / Martin Gardner from Wagner Brenner on Vimeo.

 

8 commenti:


  1. Oh-ho: ma qui se ne vanno sempre i migliori!
    Il mio ricordo indelebile rimane legato ai suoi giochi matematici su le scienze
    paopasc

    RispondiElimina
  2. Triste notizia, Annarita! Se n' è andato un Grande!  Davvero singolare il suo posto nel mondo filosofico-matematico. Da grande divulgatore qual era, con semplicità e chiarezza, attraverso il gioco e la magia , ha svelato al grande pubblico tutta la bellezza e il grande fascino della Matematica. Ed è grazie all'intuizione ed all'apprezzamento di queste meravigliose qualità che questa nobile disciplina diventa piacevole, interessante ed unica. 
    Chi scrive, come te, lo sa.
    Grazie,  Martin, per quanto ci hai dato e per quello che hai lasciato, un luminoso "pianetino" col tuo nome nell' universo eterno della conoscenza!
    M.I

    RispondiElimina

  3. Il suo ricordo è indelebile per molti, Pa.

    RispondiElimina

  4. Cara Maria, giustissime considerazioni le tue. Gardner ha lasciato un'eredità grande che rimarrà un riferimento per molti.

    L'asteroide di Gardner ci terrà compagnia lassù a suo imperituro ricordo.

    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  5. Non ti nascondo, Annarita, che Martin Gardner ha giocato un forte ruolo nella scelta di scegliere la matematica come mio futuro: ero acquirente fedele di ogni numero di Le Scienze, fin dall'inizio, nel lontano 1968 e, indovina un po'? La prima cosa che leggevo era proprio la rubrica di Gardner... Poi seguirono i tantissimi libri dedicati ai giochi matematici, che poi tanto giochi non sono, in realtà...

    Per lui, come per Russell e tanti altri, bisogna proprio dire che l'attività intellettuale contribuisce ad allungare la vita...

    RispondiElimina
  6. Per lui, come per Russell e tanti altri, bisogna proprio dire che l'attività intellettuale contribuisce ad allungare la vita...

    E' proprio il caso di dirlo, Mauré!

    Anche epr me Gardner è stato fondamentale.

    Bacione.

    RispondiElimina
  7. Ho letto i primi problemi di Gardner sulla rivista "Scientific American" circa 37 anni fa. Da allora ho sempre seguito Gardner e penso di aver letto tutti i suoi libri tradotti in italiano. Molti amici miei,  alcuni matematici puri, non hanno saputo risolvere molti dei problemi    proposti da Martin Gardner .
    Aveva una mente logica, pur non essendo un matematico; al contrario, si riscontrano menti illogiche in diversi matematici.
    GMEM

    RispondiElimina

  8. GMEM, benvenuto e grazie della testimonianza!

    annarita ruberto

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...